Sant’Agata dei Goti, oltre 150 professionisti del settore sanitario al Convegno sulla SLA

Sant’Agata dei Goti (BN). Sabato 29 aprile, la Sala Cinema Italia in via Roma, gremita in ogni ordine di posti, ha ospitato il Corso di aggiornamento sul tema “Sclerosi Laterale Amiotrofica: un approccio per i medici di famiglia”.

L’evento, organizzato dall’Associazione Sophis in collaborazione con AISLA Caserta e accreditato dal Ministero della Salute, ha visto la partecipazione di oltre 150 professionisti del settore sanitario provenienti da ogni parte della regione Campania.

A fare gli onori di casa il Sindaco di Sant’Agata dei Goti, Carmine Valentino, che ha aperto l’incontro con un toccante discorso sulla impellente necessità di assistere i malati di SLA e le loro famiglie,  oltre a porre l’accento sulla volontà di assicurare una migliore qualità della vita a chi versa in condizioni di disagio. Insieme ai suoi solerti collaboratori, tra cui l’Assessore Valerio Viscusi, il primo cittadino ha seguito l’incontro dall’inizio alla fine, fornendo interessanti spunti di riflessione.

A seguire, i saluti delle altre autorità: il dott. Alberto Laganà, in rappresentanza del Direttore Generale dell’ASL di Benevento Franklin Picker; il dott. Antonio Gambacorta, Coordinatore regionale del Tribunale per i Diritti del Malato; e il Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta, Giovanni De Masi.

Durante i lavori coordinati dal giornalista Gianfrancesco Coppo, Addetto stampa di AISLA Caserta, sono intervenuti: la Neurologa Maria Rosaria Monsurrò, Docente SUN e Responsabile scientifico del Corso; il dott. Paolo Banfi, Responsabile clinico Riabilitazione Respiratoria Fondazione Don Gnocchi Onlus di Milano; il dott. Giovanni Piccirillo, Specialista in Neurologia IDC Hermitage di Capodimonte; il dott. Giovanni Moggio, Specialista in Radiologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; la dott.ssa Francesca Trojsi, Neurologa e Ricercatrice I Clinica Neurologica SUN; il dott. Roberto Rosato, specialista in Neurologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; il dott. Enricomaria Mattia, Specialista Fisiatra e Direttore sanitario Centro Minerva di Ariano Irpino; il dott. Carmine Lauriello, Dirigente Responsabile A.D.I. ASL di Caserta; la dott.ssa Valeria Amato dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II; e il dott. Antonio Cortese, Medico di Medicina Generale.

Tema centrale dell’incontro la presa in carico globale del paziente affetto da Sclerosi Laterale Amiotrofica, la necessità di assistere il malato e l’intero nucleo familiare grazie all’intervento delle giuste professionalità, l’interazione ed un’efficace comunicazione tra le Istituzioni e le organizzazioni coinvolte.

Come sempre ficcante e carico di passione l’intervento di Antonio Tessitore, Presidente di AISLA Caserta, accompagnato dalla Vicepresidente Alessandra Gagliardi e dal Segretario Antonio Bianco. Entusiasta il Responsabile organizzativo dell’evento, Lucio Matano, che in chiusura ha ringraziato i presenti ed ha sottolineato: “Soltanto con un approccio sinergico e collaborativo, è possibile mettere in campo strumenti e misure adatte a fronteggiare i gravi disagi che la SLA comporta. Ed è per questo che da anni AISLA Caserta organizza eventi per formare gli addetti ai lavori ed informare il maggior numero possibile di persone rispetto ad una malattia per cui ad oggi, purtroppo, non esiste cura”.

Decisivo per la riuscita dell’evento il contributo dell’Istituto Alberghiero “Artusi” di Sant’Agata dei Goti, sapientemente guidato dal Dirigente scolastico Alfredo Di Nardo, che ha fornito supporto logistico ed ha deliziato i partecipanti con un Coffee Break ed un Brunch light da fare invidia ai migliori ristoranti d’Italia.

Annunci

A Sant’Agata dei Goti il Corso “Sclerosi Laterale Amiotrofica: un approccio per i medici di famiglia”

Sabato 29 Aprile 2017, dalle ore 8.30 la Sala Cinema Italia, in via Roma a Sant’Agata dei Goti (BN), ospiterà il Corso di aggiornamento organizzato da AISLA Caserta e dall’Associazione Sophis sul tema “Sclerosi Laterale Amiotrofica: un approccio per i medici di famiglia”.

L’evento, accreditato dal Ministero della Salute, vedrà la partecipazione di oltre 100 professionisti del settore sanitario provenienti da tutta la regione Campania.

Tema centrale dell’incontro sarà la presa in carico globale del paziente affetto da Sclerosi Laterale Amiotrofica, la necessità di assistere il malato e l’intero nucleo familiare grazie all’intervento delle giuste professionalità, l’interazione ed un’efficace comunicazione tra le Istituzioni e le organizzazioni coinvolte. Il tutto con la consapevolezza che, soltanto con un approccio sinergico e collaborativo, è possibile mettere in campo strumenti e misure adatte a fronteggiare i gravi disagi che la malattia comporta. La SLA è una patologia neurodegenerativa, caratterizzata da progressiva paralisi muscolare. La malattia, infatti, danneggia irreversibilmente i motoneuroni, ossia le cellule nervose che controllano i movimenti della muscolatura volontaria, provocando l’inesorabile paralisi completa. Attualmente l’aspettativa di vita di un malato di Sclerosi Laterale Amiotrofica è di 3-10 anni, la patologia investe l’intero nucleo familiare e tutti i soggetti che siano coinvolti nel processo di assistenza al malato, sanitari e caregiver. Per questo è opportuno che vengano messe in atto procedure organizzative e gestionali tali da garantire il miglior percorso clinico-assistenziale per il malato e l’aiuto più adeguato all’intera rete di sostegno.

Per i saluti istituzionali, saranno presenti: il Sindaco di Sant’Agata dei Goti, Carmine Valentino; il Presidente di AISLA Caserta, Antonio Tessitore;  il dott. Franklin Picker, Direttore Generale ASL Benevento; e il dott. Pasquale Di Guida, Direttore Sanitario Presidio Ospedaliero “S. Alfonso Maria dei Liguori”.

Durante i lavori coordinati dal giornalista Gianfrancesco Coppo, Addetto stampa AISLA Caserta, interverranno: la professoressa di Neurologia Maria Rosaria Monsurrò, Docente SUN e Responsabile scientifico del Corso; il dott. Paolo Banfi, Responsabile clinico Riabilitazione Respiratoria Fondazione Don Gnocchi Onlus di Milano; il dott. Giovanni Piccirillo, Specialista in Neurologia IDC Hermitage di Capodimonte; il dott. Giovanni Moggio, Specialista in Radiologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; la dott.ssa Francesca Trojsi, Neurologa e Ricercatrice I Clinica Neurologica SUN; il dott. Roberto Rosato, specialista in Neurologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; il dott. Enricomaria Mattia, Specialista Fisiatra ASL Caserta; il dott. Carmine Lauriello, Dirigente Responsabile A.D.I. – ASL Caserta; il dott. Vincenzo Zurlo, Responsabile NAD ASL Napoli 3 sud; il dott. Giuseppe Fiorentino, Direttore UOC Malattie Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria – P.O. Monaldi di Napoli; e il dott. Antonio Cortese, Medico di Medicina Generale.

Come sempre, in prima fila: la vicepresidente di AISLA Caserta, Alessandra Gagliardi; il segretario e tesoriere, Antonio Bianco; ed il socio, nonché Responsabile organizzativo dell’evento, Lucio Matano.

Durante l’incontro, i volontari di AISLA Caserta distribuiranno materiale informativo sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica e sarà possibile effettuare donazioni per sostenere le attività dell’Associazione.

Corso di Aggiornamento “Sclerosi Laterale Amiotrofica: un approccio per i medici di famiglia”

Corso di Aggiornamento “Sclerosi Laterale Amiotrofica: un approccio per i medici di famiglia”

Sabato 29 Aprile 2017, presso la Sala Cinema Comunale in Piazza Umberto I, Sant’Agata dei Goti (BN)

Evento E.C.M n. 191785, accreditato dal Ministero della Salute (Crediti n.08)

Rivolto a: medici, infermieri, farmacisti e fisioterapisti.

100 POSTI DISPONIBILI

Scarica il Programma del Corso

Per Info e Prenotazioni

 

Tel: 0828.333337 Email: info@sophis.biz

Continua a leggere “Corso di Aggiornamento “Sclerosi Laterale Amiotrofica: un approccio per i medici di famiglia””

Caserta, la “Villa delle Magnolie” accoglie i più grandi esperti di Sclerosi Laterale Amiotrofica

Sabato 1 Aprile 2017, la sala conferenze della casa di cura “Villa delle Magnolie”, in via Ciummiento a Castel Morrone, dalle ore 8.30 farà da cornice al Corso di aggiornamento organizzato dall’associazione AISLA Caserta sul tema  “Modalità organizzative e sanitarie nel trattamento della SLA”.

L’evento, accreditato dal Ministero della Salute, vedrà la partecipazione di oltre 100 professionisti del settore sanitario della provincia di Caserta. Medici, infermieri, farmacisti e fisioterapisti si confronteranno con i più grandi esperti di Sclerosi Laterale Amiotrofica a livello nazionale, oltre a beneficiare di 8 crediti formativi E.C.M.

La SLA è una patologia neurodegenerativa, caratterizzata da progressiva paralisi muscolare. La malattia, infatti, danneggia irreversibilmente i motoneuroni, ossia le cellule nervose che controllano i movimenti della muscolatura volontaria, provocando l’inesorabile paralisi completa.

Attualmente l’aspettativa di vita di un malato di Sclerosi Laterale Amiotrofica è di 3-10 anni, la patologia investe l’intero nucleo familiare e tutti i soggetti che siano coinvolti nel processo di assistenza al malato, sanitari e caregiver. Per questo è opportuno che vengano messe in atto procedure organizzative e gestionali tali da garantire il miglior percorso clinico-assistenziale per il malato e l’aiuto più adeguato all’intera rete di sostegno.

Per i saluti istituzionali, saranno presenti: il Presidente di AISLA Caserta, Antonio Tessitore; l’avvocato Gianfranco Della Valle, Sindaco di Castel Morrone; l’avvocato Giovanni De Masi, Direttore Generale f.f. Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; il dott. Mario De Biasio, Direttore Generale ASL di Caserta; e il dott. Giuseppe Esposito, Direttore Amministrativo Casa di cura “Villa delle Magnolie”.

Durante i lavori coordinati dal giornalista Gianfrancesco Coppo, addetto stampa di AISLA Caserta, sul palco si alterneranno: la professoressa di Neurologia Maria Rosaria Monsurrò, Responsabile scientifico del corso; la dott.ssa Agata Lax, specialista in Pneumologia Fondazione Don Gnocchi Onlus di Milano; il dott. Giovanni Piccirillo, specialista in Neurologia IDC Hermitage di Capodimonte; il dott. Piero Ceriana, specialista in Pneumologia Fondazione Maugeri di Pavia; il dott. Giovanni Moggio, specialista in Radiologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; la dott.ssa Francesca Trojsi, neurologa e ricercatrice I Clinica Neurologica SUN; il dott. Roberto Rosato, specialista in Neurologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; la dott.ssa Maria Antonietta Cervo, dirigente responsabile Riabilitazione ASL Caserta; il dott. Enricomaria Mattia, specialista fisiatra ASL Caserta; la dott.ssa Anna Cristillo, dirigente responsabile Riabilitazione ASL Caserta; e il dott. Antonio Cortese, medico di medicina generale.

Come sempre in prima fila: la vicepresidente di AISLA Caserta, Alessandra Gagliardi; il segretario e tesoriere, Antonio Bianco; ed il socio, nonché Responsabile organizzativo dell’evento, Lucio Matano.

Durante l’incontro sarà possibile acquistare le bottiglie di vino prodotte da AISLA Caserta, il ricavato sarà interamente destinato alla ricerca medica contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Si ringrazia il Provider ECM, Associazione Sophis.

Corso di Aggiornamento gratuito “Modalità organizzative sanitarie nel trattamento della SLA”

 

 

Sabato 1 Aprile 2017, ore 8.30, Sala conferenze della Casa di Cura “Villa delle Magnolie” in via Ciummiento a Castel Morrone (CE).

 

Evento E.C.M n. 188518, accreditato dal Ministero della Salute (Crediti n.08)

 

Rivolto a: medici, infermieri, farmacisti e fisioterapisti.

 

Durante l’evento saranno vendute le bottiglie di vino di AISLA Caserta ed il ricavato sarà interamente destinato alla ricerca medica contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica.

100 POSTI DISPONIBILI

Scarica il Programma: Programma

Per Info e Prenotazioni

 

Tel: 0828.333337 Email: info@sophis.biz

Presentazione del film “Indivisibili” organizzata da ANM Napoli Nord

Salone Romano, Teatro Cimarosa di Aversa. Serata di presentazione del film INDIVISIBILI organizzata da ANM Napoli Nord.

AISLA Caserta presente, grazie ad Antonio Bianco e Lucio Matano, per raccogliere fondi per la Ricerca.

Si ringrazia l’organizzazione per l’invito e gli intervenuti per la generosità dimostrata.

Giornata Nazionale SLA: domenica 18 settembre AISLA Caserta scende in campo per raccogliere fondi

Domenica 18 settembre 2016, in Largo San Sebastiano Caserta, in occasione della Giornata Nazionale per la lotta alla SLA, dalle 9:00 alle 18:30, i volontari di AISLA Caserta distribuiranno bottiglie di vino “Barbera d’Asti D.O.C.G.”, in cambio di  un contributo minimo di 10 euro. L’iniziativa è diretta alla raccolta fondi per sostenere l’“Operazione Sollievo”, il progetto di AISLA che prevede aiuti concreti per l’assistenza ai malati di SLA.

La Giornata Nazionale per la lotta alla Sclerosi Laterale Amiotrofica nasce nel 2008 per ricordare il primo sit-in dei malati di SLA che il 18 settembre 2006 si riunirono a Roma, dinnanzi al Ministero della Salute, per portare all’attenzione del Ministro Livia Turco i propri bisogni, in particolare quello di una presa in carico globale in termini di necessità di trattamenti assistenziali omogenei su tutto il territorio nazionale.

Da allora, ogni anno, AISLA Onlus promuove iniziative in tutta Italia per rinnovare l’attenzione dell’opinione pubblica, delle Autorità politiche, sanitarie e socio-assistenziali, rispetto ai bisogni di cura ed assistenza dei malati per giungere finalmente ad un’appropriata gestione della SLA, un’adeguata presa in carico dei pazienti e dei loro familiari. E’ di fondamentale importanza raccogliere fondi a sostegno della ricerca mirata su questa malattia, al momento inguaribile ma non per questo incurabile.

Da diversi anni, AISLA Caserta opera attivamente in tutta la provincia sotto la presidenza di Antonio Tessitore che, in prima persona, affronta con coraggio e determinazione la SLA, malattia neurodegenerativa a decorso progressivo che colpisce le cellule nervose cerebrali e del midollo spinale che permettono i movimenti della muscolatura volontaria.

I fondi raccolti saranno destinati non solo a finanziare i progetti di ricerca, ma anche all’assistenza dei malati e delle loro famiglie nelle numerose e quotidiane difficoltà legate a questa tremenda patologia: dal mero supporto economico alla costituzione di un fondo per garantire il supporto legale alle persone affette da SLA.

Chi non riuscirà ad essere presente all’evento potrà comunque dare il suo contributo, effettuando un bonifico a favore di: 

AISLA ONLUS SEZIONE DI CASERTA

IBAN: IT34 H033 5901 6001 0000 0135 373

Locandina.jpg