Carinola, a Palazzo Novelli il Corso “Sclerosi Laterale Amiotrofica: scenari attuali e orizzonti futuri”

Sabato 10 giugno 2017, dalle ore 8.30 alle 19.00, a Carinola (CE) si terrà il Corso di aggiornamento “Sclerosi Laterale Amiotrofica: scenari attuali e orizzonti futuri”. Ad ospitare l’importante manifestazione sarà Palazzo Petrucci Novelli, edificio del 1400 già residenza del segretario personale di Re Ferdinando D’Aragona.

L’evento, organizzato dall’Associazione Sophis in collaborazione con AISLA Caserta e accreditato dal Ministero della Salute, vedrà la partecipazione di oltre 150 professionisti del settore sanitario provenienti da ogni parte della regione Campania.

Tema centrale dell’incontro sarà la presa in carico globale del paziente affetto da Sclerosi Laterale Amiotrofica, la necessità di assistere il malato e l’intero nucleo familiare grazie all’intervento delle giuste professionalità, l’interazione ed un’efficace comunicazione tra le Istituzioni e le organizzazioni coinvolte. Il tutto con la consapevolezza che, soltanto con un approccio sinergico e collaborativo, è possibile mettere in campo strumenti e misure adatte a fronteggiare i gravi disagi che la malattia comporta. La SLA è una patologia neurodegenerativa, caratterizzata da progressiva paralisi muscolare. La malattia, infatti, danneggia irreversibilmente i motoneuroni, ossia le cellule nervose che controllano i movimenti della muscolatura volontaria, provocando l’inesorabile paralisi completa. Attualmente l’aspettativa di vita di un malato di Sclerosi Laterale Amiotrofica è di 3-10 anni, la patologia investe l’intero nucleo familiare e tutti i soggetti che siano coinvolti nel processo di assistenza al malato, sanitari e caregiver. Per questo è opportuno che vengano messe in atto procedure organizzative e gestionali tali da garantire il miglior percorso clinico-assistenziale per il malato e l’aiuto più adeguato all’intera rete di sostegno.

Per i saluti istituzionali, saranno presenti: il Sindaco di Carinola, Antonio Russo; l’Assessore alla Cultura, Pro Loco e Lavori pubblici, Rosa Di Maio; il Presidente di AISLA Caserta, Antonio Tessitore; e Antonio Torrico, Presidente della Pro Loco.

Durante i lavori coordinati dal giornalista Gianfrancesco Coppo, Addetto stampa di AISLA Caserta, interverranno: la professoressa Maria Rosaria Monsurrò, docente di Neurologia presso la SUN e Responsabile scientifico del Corso; il professore Mario Sabatelli, Presidente Commissione Medico-Scientifica AISLA Onlus e Direttore Centro Clinico Nemo di Roma; il dott. Paolo Banfi, Responsabile clinico Riabilitazione Respiratoria Fondazione Don Gnocchi Onlus di Milano; il dott. Giovanni Piccirillo, specialista in Neurologia IDC Hermitage di Capodimonte; il dott. Giovanni Moggio, specialista in Radiologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; la dott.ssa Francesca Trojsi, Neurologa e Ricercatrice I Clinica Neurologica SUN; il dott. Roberto Rosato, specialista in Neurologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; il dott. Enricomaria Mattia, specialista in Fisiatria e Direttore sanitario Centro Minerva di Ariano Irpino; il dott. Carmine Lauriello, Dirigente Responsabile A.D.I. – ASL Caserta; il dott. Vincenzo Zurlo, Responsabile NAD ASL Napoli 3 Sud; e il dott. Antonio Cortese, Medico di Medicina Generale.

Come sempre, in prima fila: la vicepresidente di AISLA Caserta, Alessandra Gagliardi; il segretario e tesoriere, Antonio Bianco; ed il socio, nonché Responsabile organizzativo dell’evento, Lucio Matano.

Durante l’incontro, i volontari di AISLA Caserta distribuiranno materiale informativo sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica e sarà possibile effettuare donazioni per sostenere le attività dell’Associazione.

Corso di Aggiornamento “Sclerosi Laterale Amiotrofica: scenari attuali e orizzonti futuri”

 

Corso di Aggiornamento gratuito “Sclerosi Laterale Amiotrofica: scenari attuali e orizzonti futuri”

Sabato 10 Giugno 2017, presso “Palazzo Novelli“, a Carinola (CE)

Evento E.C.M n. 192640, accreditato dal Ministero della Salute (Crediti n.08)

Rivolto a: medici, infermieri, farmacisti e fisioterapisti.

 

100 POSTI DISPONIBILI

Scarica il Programma del Corso

Per Info e Prenotazioni

Tel: 0828.333337 Email: info@sophis.biz

Sant’Agata dei Goti, oltre 150 professionisti del settore sanitario al Convegno sulla SLA

Sant’Agata dei Goti (BN). Sabato 29 aprile, la Sala Cinema Italia in via Roma, gremita in ogni ordine di posti, ha ospitato il Corso di aggiornamento sul tema “Sclerosi Laterale Amiotrofica: un approccio per i medici di famiglia”.

L’evento, organizzato dall’Associazione Sophis in collaborazione con AISLA Caserta e accreditato dal Ministero della Salute, ha visto la partecipazione di oltre 150 professionisti del settore sanitario provenienti da ogni parte della regione Campania.

A fare gli onori di casa il Sindaco di Sant’Agata dei Goti, Carmine Valentino, che ha aperto l’incontro con un toccante discorso sulla impellente necessità di assistere i malati di SLA e le loro famiglie,  oltre a porre l’accento sulla volontà di assicurare una migliore qualità della vita a chi versa in condizioni di disagio. Insieme ai suoi solerti collaboratori, tra cui l’Assessore Valerio Viscusi, il primo cittadino ha seguito l’incontro dall’inizio alla fine, fornendo interessanti spunti di riflessione.

A seguire, i saluti delle altre autorità: il dott. Alberto Laganà, in rappresentanza del Direttore Generale dell’ASL di Benevento Franklin Picker; il dott. Antonio Gambacorta, Coordinatore regionale del Tribunale per i Diritti del Malato; e il Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta, Giovanni De Masi.

Durante i lavori coordinati dal giornalista Gianfrancesco Coppo, Addetto stampa di AISLA Caserta, sono intervenuti: la Neurologa Maria Rosaria Monsurrò, Docente SUN e Responsabile scientifico del Corso; il dott. Paolo Banfi, Responsabile clinico Riabilitazione Respiratoria Fondazione Don Gnocchi Onlus di Milano; il dott. Giovanni Piccirillo, Specialista in Neurologia IDC Hermitage di Capodimonte; il dott. Giovanni Moggio, Specialista in Radiologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; la dott.ssa Francesca Trojsi, Neurologa e Ricercatrice I Clinica Neurologica SUN; il dott. Roberto Rosato, specialista in Neurologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; il dott. Enricomaria Mattia, Specialista Fisiatra e Direttore sanitario Centro Minerva di Ariano Irpino; il dott. Carmine Lauriello, Dirigente Responsabile A.D.I. ASL di Caserta; la dott.ssa Valeria Amato dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II; e il dott. Antonio Cortese, Medico di Medicina Generale.

Tema centrale dell’incontro la presa in carico globale del paziente affetto da Sclerosi Laterale Amiotrofica, la necessità di assistere il malato e l’intero nucleo familiare grazie all’intervento delle giuste professionalità, l’interazione ed un’efficace comunicazione tra le Istituzioni e le organizzazioni coinvolte.

Come sempre ficcante e carico di passione l’intervento di Antonio Tessitore, Presidente di AISLA Caserta, accompagnato dalla Vicepresidente Alessandra Gagliardi e dal Segretario Antonio Bianco. Entusiasta il Responsabile organizzativo dell’evento, Lucio Matano, che in chiusura ha ringraziato i presenti ed ha sottolineato: “Soltanto con un approccio sinergico e collaborativo, è possibile mettere in campo strumenti e misure adatte a fronteggiare i gravi disagi che la SLA comporta. Ed è per questo che da anni AISLA Caserta organizza eventi per formare gli addetti ai lavori ed informare il maggior numero possibile di persone rispetto ad una malattia per cui ad oggi, purtroppo, non esiste cura”.

Decisivo per la riuscita dell’evento il contributo dell’Istituto Alberghiero “Artusi” di Sant’Agata dei Goti, sapientemente guidato dal Dirigente scolastico Alfredo Di Nardo, che ha fornito supporto logistico ed ha deliziato i partecipanti con un Coffee Break ed un Brunch light da fare invidia ai migliori ristoranti d’Italia.

Caserta, la “Villa delle Magnolie” accoglie i più grandi esperti di Sclerosi Laterale Amiotrofica

Sabato 1 Aprile 2017, la sala conferenze della casa di cura “Villa delle Magnolie”, in via Ciummiento a Castel Morrone, dalle ore 8.30 farà da cornice al Corso di aggiornamento organizzato dall’associazione AISLA Caserta sul tema  “Modalità organizzative e sanitarie nel trattamento della SLA”.

L’evento, accreditato dal Ministero della Salute, vedrà la partecipazione di oltre 100 professionisti del settore sanitario della provincia di Caserta. Medici, infermieri, farmacisti e fisioterapisti si confronteranno con i più grandi esperti di Sclerosi Laterale Amiotrofica a livello nazionale, oltre a beneficiare di 8 crediti formativi E.C.M.

La SLA è una patologia neurodegenerativa, caratterizzata da progressiva paralisi muscolare. La malattia, infatti, danneggia irreversibilmente i motoneuroni, ossia le cellule nervose che controllano i movimenti della muscolatura volontaria, provocando l’inesorabile paralisi completa.

Attualmente l’aspettativa di vita di un malato di Sclerosi Laterale Amiotrofica è di 3-10 anni, la patologia investe l’intero nucleo familiare e tutti i soggetti che siano coinvolti nel processo di assistenza al malato, sanitari e caregiver. Per questo è opportuno che vengano messe in atto procedure organizzative e gestionali tali da garantire il miglior percorso clinico-assistenziale per il malato e l’aiuto più adeguato all’intera rete di sostegno.

Per i saluti istituzionali, saranno presenti: il Presidente di AISLA Caserta, Antonio Tessitore; l’avvocato Gianfranco Della Valle, Sindaco di Castel Morrone; l’avvocato Giovanni De Masi, Direttore Generale f.f. Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; il dott. Mario De Biasio, Direttore Generale ASL di Caserta; e il dott. Giuseppe Esposito, Direttore Amministrativo Casa di cura “Villa delle Magnolie”.

Durante i lavori coordinati dal giornalista Gianfrancesco Coppo, addetto stampa di AISLA Caserta, sul palco si alterneranno: la professoressa di Neurologia Maria Rosaria Monsurrò, Responsabile scientifico del corso; la dott.ssa Agata Lax, specialista in Pneumologia Fondazione Don Gnocchi Onlus di Milano; il dott. Giovanni Piccirillo, specialista in Neurologia IDC Hermitage di Capodimonte; il dott. Piero Ceriana, specialista in Pneumologia Fondazione Maugeri di Pavia; il dott. Giovanni Moggio, specialista in Radiologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; la dott.ssa Francesca Trojsi, neurologa e ricercatrice I Clinica Neurologica SUN; il dott. Roberto Rosato, specialista in Neurologia Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta; la dott.ssa Maria Antonietta Cervo, dirigente responsabile Riabilitazione ASL Caserta; il dott. Enricomaria Mattia, specialista fisiatra ASL Caserta; la dott.ssa Anna Cristillo, dirigente responsabile Riabilitazione ASL Caserta; e il dott. Antonio Cortese, medico di medicina generale.

Come sempre in prima fila: la vicepresidente di AISLA Caserta, Alessandra Gagliardi; il segretario e tesoriere, Antonio Bianco; ed il socio, nonché Responsabile organizzativo dell’evento, Lucio Matano.

Durante l’incontro sarà possibile acquistare le bottiglie di vino prodotte da AISLA Caserta, il ricavato sarà interamente destinato alla ricerca medica contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Si ringrazia il Provider ECM, Associazione Sophis.

Trattativa MEF per il futuro FNA Roma

In rappresentanza di AISLA Caserta, sono presenti la vicepresidente Alessandra Gagliardi e la socia Roberta Aiese.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Focus SLA 2016: a Caserta i più grandi esperti di Sclerosi Laterale Amiotrofica

Il 5 e 6 maggio 2016, la biblioteca vescovile dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “San Pietro” ha ospitato la terza edizione del Focus sulla SLA, evento accreditato dal Ministero della Salute che ha portato a Caserta i più grandi esperti italiani di Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Dopo le precedenti edizioni, tenutesi presso il Teatro dell’Aeronautica Militare di Caserta e la Città della Scienza di Napoli,  la Manifestazione, ideata da Alessandra Gagliardi e Lucio Matano per rendere partecipe la collettività e tutelare i diritti dei malati di SLA, anche quest’anno ha riscosso grande successo: oltre 150 le presenze in due giorni e tanti spunti utili per la lotta alla SLA.

L’organizzazione della due giorni di formazione è stata curata da AISLA Caserta in collaborazione con la Seconda Università di Napoli e l’Associazione Sophis, con l’obiettivo di coinvolgere non solo medici e infermieri ma anche gli ammalati e le loro famiglie. Oltre all’ospitalità della Curia Vescovile di Caserta e al contributo non condizionato degli sponsor, assolutamente determinante per la realizzazione dell’evento è stato l’aiuto volontario degli studenti del Liceo “Don Gnocchi” di Maddaloni e dell’Istituto Alberghiero “Galileo Ferraris” di Caserta.

La giornata introduttiva, moderata da Gianfrancesco Coppo, Addetto stampa AISLA Caserta, ha visto la partecipazione di: Antonio Tessitore, Presidente AISLA Caserta; Vincenzo Soverino, Vicepresidente Nazionale AISLA; Maria Rosaria Monsurrò, Responsabile Centro di riferimento per la SLA della Seconda Università degli Studi di Napoli; e Mario Sabatelli, Presidente Commissione Medico Scientifica AISLA.

I relatori hanno posto l’accento sull’importanza del Focus non solo per gli addetti ai lavori, ma anche per chi la SLA la vive e combatte ogni giorno insieme alla propria famiglia; la figura del caregiver come autentica risorsa per gli ammalati e la convinzione che, solo attraverso una corretta informazione, è possibile sensibilizzare adeguatamente la collettività. Si è parlato anche del grande lavoro che l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica compie su tutto il territorio nazionale, dei Centri di Ascolto e della dignità di chi affronta questo male tremendo per cui non esiste cura.

A coronamento del primo giorno di lavori, nel Duomo di Caserta si è svolto l’entusiasmante concerto del Coro “Singing in the SUN” della Seconda Università di Napoli, diretto dal Maestro Carlo Forni e coordinato dal Prof. Ciro Gallo, che per un’ora ha letteralmente incantato i presenti.

La seconda giornata del Focus si è aperta con i saluti del padrone di casa Monsignor Giovanni D’Alise, Vescovo di Caserta; del Prof. Gioacchino Tedeschi, Direttore della I Clinica Neurologica della Seconda Università degli Studi di Napoli; e del dott. Sergio Esposito,  Coordinatore Malattie Rare della SUN. Colpevolmente assenti i vertici di Regione, Comune, ASL e Ospedale.

In seguito, sotto l’attenta supervisione della Prof.ssa Monsurrò, ad intervenire sono stati: Paolo Banfi, specialista in Pneumologia Fondazione Don Gnocchi Onlus; Vincenzo Silani, Direttore U.O. Neurologia Istituto Auxologico Italiano; Carmine Lauriello, Dirigente responsabile ADI – ASL Caserta; Giovanni Piccirillo, specialista in Neurologia, medico assistente IDC Hermitage di Capodimonte; Giuseppe Fiorentino, Dirigente U.O.C. Malattie, Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria Monaldi di Napoli; Giacomo Lupo Pulcino, MMG; Gianluca Marino, Direttore Corso di Laurea in Infermieristica – ASL Caserta; Marina Rinaldi, Coordinatrice Tavolo Tecnico Regionale; e Francesca Trojsi, Neurologa e Ricercatrice SUN.

Tanti gli argomenti trattati, su tutti: la genetica nella SLA, i nuovi orizzonti terapeutici, le problematiche clinico assistenziali non respiratorie del paziente affetto da Sclerosi Laterale Amiotrofica, la possibile incidenza dei fattori ambientali sulla malattia, la storia respiratoria del paziente con SLA, la continuità assistenziale, il ruolo del medico di medicina generale. Proprio su quest’ultimo argomento, c’è stato un acceso confronto tra Vincenzo Soverino, Vicepresidente Nazionale AISLA, il Dott. Pulcino e il Dott Lauriello: il primo ha contestato ai secondi le profonde lacune dei medici di medicina generale e dell’ASL di Caserta rispetto all’assistenza ai malati di SLA, spesso abbandonati nella lotta contro la malattia. A gran voce, i rappresentanti di AISLA Caserta e molti dei presenti hanno chiesto maggiori garanzie da parte dell’Azienda sanitaria locale per gli ammalati e le loro famiglie.

La manifestazione si è chiusa con la consegna degli attestati di frequenza agli oltre 150 partecipanti e con l’arrivederci all’anno prossimo da parte di AISLA Caserta, associazione che continuerà la sua campagna di sensibilizzazione e la lotta, al fianco dei malati di SLA, contro le inadempienze delle Istituzioni.

 

 

 

Concerto del Coro “Singing in the SUN”

singing

Il 5 Maggio 2016 alle ore 19.00, all’interno del Duomo di Caserta, si svolgerà il concerto del Coro “Singing in the SUN”, formato da studenti, specializzandi, dottorandi, docenti, personale tecnico amministrativo e sanitario della Seconda Università di Napoli.

L’evento avrà luogo nell’ambito della III edizione del Focus sulla SLA, organizzato da AISLA Caserta

Ingresso libero, vi aspettiamo numerosi!